Mettersi in coda prego



Per anni ho pensato che la maggior parte delle persone non riuscisse ad ottenere quello che desidera, perché senza un obiettivo.
Poi ho iniziato a rendermi conto che il problema sta ancora più a monte: la maggior parte delle persone non sa quello che desidera davvero.

Spesso spreca energie e gran parte della propria vita, guardando e correndo nella stessa direzione dove vede correre tutti gli altri, per inseguire un concetto di felicità di massa che non comprende bene.
Segue stereotipi e cerca di autoconvincersi che siano scelte volute.
Si trova in balia di situazioni che molte volte non sono frutto di scelte consapevoli.

Un po’ come il topolino che corre sulla ruota e, più corre, più è obbligato a correre senza capire bene il perché e senza scegliere la direzione verso la quale dirigersi.

La maggior parte delle persone non sa crearsi un vero e proprio obiettivo personale
e continua a vagare a caso sperando di trovare le proprie pepite d’oro nei posti più improbabili e battuti…spesso senza nemmeno sapere se sarà eventualmente in grado di riconoscerle queste pepite.

A volte riesce ad immaginare un copione diverso e più personale per la propria vita ma è talmente distratta e sommersa da tutto ciò che il mondo esterno cerca di scaraventarle addosso ogni giorno, che finisce con il perdere il focus e non riuscire a vedere la fine del suo film.
Arriva magari ad imboccare un nuovo sentiero, forse è quello giusto per scoprire un nuovo filone ma fa fatica a decifrare la mappa e capire dove quel sentiero la sta portando.

Inizia ad agitarsi quando vede che quel sentiero non è battuto.
Fa fatica a cambiare prospettiva, ad orientarsi, ad attingere al proprio intuito, alla propria creatività e alla propria energia.
Finisce così con il porsi dei dubbi, perde fiducia ed inizia ad autosabotarsi.

Si ferma, torna indietro, abbandona quel sentiero e la ricerca del suo possibile tesoro. Corre poi a mettersi in coda dove vede accalcata tanta gente e inizia a sgomitare per inseguire qualcosa che non sa cos’è e non riesce ad intravedere bene, talmente è lunga la fila.

Torna a rifugiarsi nella sua area protetta, finendo con l’accontentarsi e con il dirsi che in fondo va bene così. 



14-12
2015

0


Lascia un commento

Inserisci la tua mail*

Il tuo Nome e Cognome*

Scrivi il tuo commento





Copyright © 2020. Sensi di Benessere è un progetto La Centrale srl    Partita IVA 01360790339      Termini eCondizioni -       Informativa sulla privacy